Geriatria

DIREZIONE


Direttore: PROF.SSA PATRIZIA MECOCCI
E-mail: patrizia.mecocci@unipg.it  

  
Segreteria



Sede: Blocco C, 4° piano
Contatti: Tel. 075 5783839 - Fax 075 5783878
E-mail: clinica.geriatrica@unipg.it

 
Equipe medica
Marta Baroni, Virginia Boccardi, Michele Francesco Croce, Sara Ercolani, Annalisa Longo, Carmelinda Ruggiero


Coordinatore infermieristico




Sabrina Panico
E-mail: sabrina.panico@ospedale.perugia.it

Tel. 075 5783590 - Fax: 075 5783534


Missione




Obiettivo primario della Geriatria è offrire l’assistenza più appropriata a persone anziane con patologia acuta o cronica in fase di riacutizzazione, spesso “fragili” per la presenza di molte malattie e disabilità. Questo fine viene perseguito tramite l’attivazione di protocolli di intervento costruiti per rispondere ai molteplici bisogni della persona in maniera globale e individualizzata, e diretti a garantire il massimo recupero dello stato di salute e del livello di autonomia funzionale.
La metodologia di lavoro propria della Geriatria è quella della Valutazione Multidimensionale Geriatrica (VMDG), in grado di individuare le principali problematiche del paziente anziano e di rispondere alle sue mutevoli esigenze, così garantendo continuità di cure nel tempo.
Le prestazioni fomite si articolano in aree tra loro integrate:
• reparto per acuti
• day service
• ambulatori specialistici
Dal 2017 è inoltre attiva la Struttura Semplice di Ortogeriatria.

 
Reparto per acuti



Sede: Blocco H, piano 0
Contatti: tel. 075 5783533 - fax: 075 5783534

Orario di ricevimento Medici: tutti i giorni feriali dalle 12,00 alle 13,00.
Orario di accesso al pubblico: giorni feriali e festivi dalle 11,30 alle 21,00

 
Specificità della metodologia assistenziale

 
La molteplicità, complessità, cronicità ed instabilità dei problemi di salute dell’anziano fragile richiedono un approccio clinico completamente differente rispetto a quella della medicina tradizionale che, fondata storicamente sulla cura delle malattie acute, richiede principalmente al medico la capacità di fare diagnosi e proporre una terapia efficace per la completa guarigione.
Nell’anziano, ed in particolare nel fragile, questo modello risulta poco appropriato dal momento che in questo paziente non solo sono presenti contemporaneamente più malattie (la cosiddetta multimorbilità), ma si tratta quasi sempre di malattie croniche, spesso ad andamento evolutivo, che richiedono l’uso costante di numerosi farmaci (polifarmacoterapia) e che hanno come principale conseguenza la comparsa di disabilità che può aggravarsi nel tempo. Obiettivo dell’intervento del medico geriatra è pertanto non solo di curare le malattie,ma piuttosto curare la persona attraverso il miglioramento e la stabilizzazione del suo stato di salute, la prevenzione della disabilità e la riabilitazione. Pertanto la metodologia di lavoro è quella della Valutazione Multidimensionale Geriatrica (VMDG), un processo che, utilizzando differenti professionalità sanitarie e non (geriatra, infermiere, terapista della riabilitazione, assistente sociale), consente di individuare tutti i fattori che condizionano la salute psicofisica dell’anziano attraverso un’attenta valutazione in ogni paziente del ruolo giocato dall’invecchiamento, dalle malattie, dai farmaci, dallo stato cognitivo ed affettivo, dai fattori sociali, economici ed ambientali. Con tale metodologia diviene così possibile elaborare un piano di intervento individualizzato che ha come obiettivo principale quello di migliorare la qualità di vita dell’anziano e di chi lo assiste, utilizzando tutte le risorse fisiche, psicologiche, assistenziali ed ambientali su cui l’anziano può fare affidamento.


Struttura Semplice di Ortogeriatria


 
Sede: Blocco C, piano +3

Obiettivo prioritario della S.S. Ortogeriatria è quello di gestire in modo ottimale i pazienti anziani fratturati, in particolare quelli ricoverati per frattura di femore.
I medici della S.S. Ortogeriatria contribuiscono alla gestione clinica all’anziano fratturato ricoverato presso la S.C . di Traumatologia ed Ortopedia. La gestione clinica è di tipo multidisciplinare basata sulla integrazione di competenze geriatriche, anestesiologiche ed ortopediche.
Il modello organizzativo ed assistenziale prevede la co-gestione delle problematiche mediche e chirurgiche del paziente al fine di individuare le strategie e gli interventi più appropriati per
-       garantire l’intervento chirurgico precoce
-       prevenire le complicanze della fase peri-operatoria
-       favorire il massimo recupero funzionale
-       promuovere la dimissione verso l’ambito assistenziale più adeguato.

 

Day-Service ed Ambulatori specialistici



Sede: Blocco N, piano 0 (stanze 14, 15 e 16)
Contatti: Tel. 075 5783390 - Fax: 075 5783403
Orario di attività:
Day-service: giorni feriali dalle 7,30 alle 14,00
Ambulatori specialistici: giorni feriali dalle 14,30 alle 17,30
 
Prestazioni prenotabili tramite CUP su richiesta del Medico di Medicina Generale

 
• Visita geriatrica, rivolta alla valutazione multidimensionale dell’anziano ed all’attivazione di protocolli diagnostico-terapeutici per le principali patologie e sindromi geriatriche (disturbi cognitivi e demenza, patologie cardiovascolari, inquadramento diagnostico e terapeutico del paziente anziano fragile)

 
• Visita geriatrica per osteoporosi, rivolta all’identificazione dell’osteoporosi, del rischio fratturativo individuale ed all’attivazione di protocolli terapeutici anti-fratturativi individualizzati. La continuità diagnostico-terapeutica è garantita tramite il Centro per la prevenzione delle fratture e della cadute nell’anziano.

 
 Visita geriatrica per disabilità. Questa attività ha come obiettivo la definizione del grado di disabilità a fini certificativi ed indennità di accompagnamento. La richiesta deve essere accompagnata da certificazione del Medico di Medicina Generale attestante le principali patologie e peculiarità anamnestiche.

 
Attività svolte

 
- Day-service per l’attivazione di protocolli di tipo diagnostico e terapeutico delle principali patologie e sindromi geriatriche;

 
- Valutazione neuropsicologica e psicometrica per la diagnosi di disturbi cognitivi;
- Attività di supporto/counseling per le famiglie dei soggetti affetti da demenza;
- Esecuzione di esami strumentali di diagnostica cardiovascolare (ECG, Eco-colorDoppler tronchi epiaortici, monitoraggio ECG secondo Holter, monitoraggio pressorio delle 24h, Ecocardiogramma);
- Esecuzione di esami strumentali per la valutazione della struttura corporea ed ossea (bioimpedenzometria-BIA; ultrasonografia quantitativa del calcagno; ultrasonografia quantitativa e qualitativa delle falangi), e dell’equilibrio (esame stabilometrico);
- Partecipazione a protocolli di studio nazionali ed internazionali per lo studio dell’efficacia di nuovi farmaci per il trattamento delle demenze, ipertensione, osteoporosi;
- Prelievi ematici (punto prelievi riservato agli utenti dell’ambulatorio).
Tutte le prestazioni ambulatoriali sopra riportate sono prenotabili tramite CUP mediante impegnativa del Medico di Medicina Generale con specifica dicitura. Le successive valutazioni di follow-up e in day-service vengono direttamente concordate con i Medici della Struttura.
Tali attività vengono coordinate dal

 
- Centro per lo studio dell’invecchiamento cerebrale e demenze nell’anziano 
- Centro per la prevenzione delle fratture e della cadute nell’anziano (Centro osteoporosi).

 

Centro Studi Invecchiamento Cerebrale e Demenze nell’Anziano

 
Nato nel 1984, dal 2000 il Centro è sede dell’Unità Valutativa Alzheimer (UVA) Geriatrica della Azienda Ospedaliera di Perugia. Dal 2001 è anche il Centro di coordinamento nazionale delle UVA geriatriche consorziate nel Progetto Rete Geriatrica Alzheimer (Re.G.Al.) della Società Italiana di Gerontologia e Geriatria (SIGG) che attualmente dispone di  una banca dati relativa ad oltre 8000 pazienti. Dall’inizio della sua attività ad oggi presso il Centro sono stati valutati oltre 15000 soggetti, ed oltre 600 di quelli con diagnosi di disturbo cognitivo lieve o con diagnosi di demenza vengono seguiti periodicamente per valutare l’andamento della malattia, verificare l’efficacia delle cure e fare opera di sostegno alle famiglie.
Intensa è l’attività di ricerca, sia biologica che clinica, svolta in collaborazione con numerosi Centri di eccellenza nazionali ed internazionali per lo studio delle demenze che hanno portato all’attivazione di protocolli di ricerca innovativi finanziati dalla Commissione Europea, dal ministero della Salute e dal Ministero della Ricerca. Di questa attività sono testimonianza le numerose pubblicazioni sulle più prestigiose riviste internazionali del settore, così come l’attività pubblicistica sotto forma di libri, monografie ed editoriali, nonché la partecipazione ai gruppi multidisciplinari di esperti che hanno prodotto, tra l’altro, il Documento di Consenso sulla Malattia di Alzheimer promosso dalla Società Italiana di Neuroscienze e le Linee guida sulla terapia della Malattia di Alzheimer, pubblicato su Drugs and Aging nel 2005.
Il Centro ha partecipato in questi anni ai protocolli per lo studio di efficacia dei farmaci oggi utilizzati per il trattamento della malattia di Alzheimer, ed è attualmente uno dei centri italiani coinvolti in trial internazionali per lo studio delle terapie più innovative per le demenze, che si spera rappresenteranno i farmaci efficaci del prossimo futuro.
Anche la ricerca su nuovi modelli assistenziali rappresenta uno dei punti cardine dell’attività del Centro, con la proposta di trattamenti non farmacologici per le demenze. Fra queste ricordiamo l’uso dell’approccio multisensoriale Snoezelen che viene attuato all’interno del reparto di Geriatria grazie alla strumentazione donata nel 2011 dal Rotary Club Perugia Est. Grazie a questo approccio -che si avvale di stimolazioni tattili, olfattive, uditive e visive- è possibile controllare stati di ansia e comportamenti aggressivi nei pazienti con grave demenza, evitando o riducendo l’uso di farmaci tranquillanti.
Il Centro, oltre che promotore ed organizzatore di eventi scientifici a carattere internazionale, nazionale e regionale, è costantemente impegnato a sostenere tutti i programmi di formazione promossi dall’associazione dei pazienti affetti da demenza e dei loro familiari  A.M.A.T.A. Umbria, la cui attività è consultabile collegandosi al sito www.amataumbria.it
 Centro per la prevenzione delle fratture e delle cadute nell’anziano (Centro osteoporosi)
L’attività del centro è rivolta alla identificazione ed alla riduzione del rischio fratturativo individuale, attraverso la diagnosi ed il trattamento sia delle principali patologie associate ad elevata fragilità scheletrica, quali osteoporosi primitiva e secondaria, iperparatiroidismo primitivo e secondario, osteomalacia, morbo di Paget, ipercalcemie, ipercalciurie idiopatiche, che delle malattie e condizioni associate ad elevato rischio di caduta. Presso il centro sono inoltre seguiti in continuità terapeutica i pazienti con fratture femorali e vertebrali da fragilità precedentemente ricoverati in ortopedia e traumatologia. Il centro offre, tra le altre cose, le seguenti prestazioni:
- infusioni di bisfosfonati per il trattamento di patologie metaboliche dello scheletro
- attivazione e successivo rinnovo di piani terapeutici per la prescrizione dei peptidi del paratormone e di anticorpi monoclonali per il trattamento dell’osteoporosi.