Azienda Ospedaliera di Perugia

Coronavirus

  • 270116264_3117781155126912_8649361525785766079_n
Nuove disposizioni regionali


Alla luce dell’attuale contesto che vede anche in Umbria la diffusione ampiamente prevalente della variante Omicron, il Commissario regionale per l’emergenza coronavirus, Massimo D’Angelo, ha emanato le seguenti disposizioni volte al massimo contenimento della circolazione virale e della difesa delle categorie più deboli come anziani e soggetti con patologie gravi.

🔴
POSITIVI AL VIRUS:
▪️ I soggetti risultati positivi al Covid, sia all’esito del tampone molecolare che al test antigenico (come da disposizione Ministeriale già in vigore), dovranno:

➡️
Rimanere in isolamento contumaciale almeno per 10 giorni, di cui gli ultimi 3 senza sintomi, ed avere un test molecolare negativo effettuato alla scadenza dell’isolamento stesso. Nel caso in cui quest’ultimo tampone risultasse positivo l’isolamento proseguirà per ulteriori 7 giorni al termine dei quali seguirà ulteriore tampone.

🔴
CONTATTI DI POSITIVO:
▪️ Se il soggetto venuto a contatto con un positivo è VACCINATO con ciclo completo da almeno 14 giorni dovrà:

➡️
Rimanere in quarantena per 7 giorni, al termine dei quali dovrà risultare negativo a un tampone molecolare o un test antigenico
Oppure

➡️
Dovrà rimanere in isolamento per 14 giorni al termine dei quali potrà uscire dall’isolamento senza l’esecuzione di un test diagnostico
▪️ Se il soggetto venuto a contatto con un positivo NON E' VACCINATO con ciclo completo dovrà:

➡️
Rimanere in quarantena per 10 giorni al termine dei quali dovrà avere un tampone molecolare o test antigenico con risultato negativo.


RIFERIMENTI NAZIONALI: Tali disposizioni, derivanti dall’applicazione della Circolare del Ministero della Salute n. 54258 del 26.11.21 che prevede di “applicare tempestivamente e scrupolosamente le misure previste dalla circolare n. 36254 dell’11/08/201 “Aggiornamento sulle misure di quarantena e isolamento raccomandate alla luce della circolazione delle nuove varianti SARS-Cov-2 in Italia ed in particolare della diffusone della variante Delta (lignaggio B.1.1.617.2)”, sono necessarie anche alla luce del sequenziamento relativo alla flash survey dell’ISS del 22 dicembre riporta su 68 campioni, 44 (64,7%) con variante B.1.1.529 (Omicron); peraltro i test molecolari eseguiti il 24 e 25 dicembre evidenziano come oltre l’80% presentano drop out del gene S che, come noto, è caratteristico della variante Omicron.


fonte: aun regione umbria 27 dicembre 2021
Contenuto inserito il 27-12-2021, aggiornato al 27-12-2021

Ultime notizie

Notizia

Attività chirurgiche

Nell'ultimo trimestre 2021 il numero delle sedute operatorie ha superato quelle effettuate nel 2019

Notizia

Servizio Civile in Oncologia, la toccante testimonianza di quattro giovani volontari

“Usciamo da qui con un bagaglio di vita colmo di valori, di fondamenta e di persone fantastiche”

Notizia

CONSULTAZIONE PUBBLICA in materia di TRASPARENZA e ANTICORRUZIONE

Si apre la fase di consultazione pubblica, confronto e partecipazione rivolta ai cittadini

Notizia

Al personale che non ha completato il ciclo vaccinale

Accesso diretto al Punto vaccinale ospedaliero senza prenotazione dalle ore 8.00 alle ore 10.00