Azienda Ospedaliera di Perugia

CENTRO DI MEDICINA DEL SONNO

Il Centro dispone di un laboratorio del sonno operativo dal 1999 nel quale è possibile eseguire monitoraggi del sonno diurni e notturni in regime ambulatoriale, domiciliare e residenziale.
Modalità prenotazione:  le visite per i disturbi del sonno si prenotano a CUP .

Aree di interesse attualità socio-sanitaria  dei disordini del sonno:

  • Tutte le condizioni di eccessiva Sonnolenza Diurna (ESD) compresa  la malattia rara Narcolessia
  • Insonnia
  • Diagnostica differenziale degli eventi critici sonno-relati, con particolare riferimento all’Epilessia
  • Aspetti multidisciplinari dei Disordini del Sonno, con particolare riferimento alle  malattie cardiovascolari
  • Alterazioni delle funzioni cognitive nei disturbi del sonno.
  • Disturbi respiratori nel sonno nelle malattie  neurologiche.
  • Sindrome delle apnee ostruttive nel sonno (OSAS).
  • Disturbi del ritmo sonno-veglia e sindromi dei turnisti
  • Disturbi del sonno dell’età pediatrica

Particolare attenzione viene rivolta  ai disordini del sonno  nelle malattie neurologiche (m. neurodegenerative, neuromuscolari, epilessia) ed alla diagnostica differenziale degli eventi critici morfeici dell’infanzia e dell’adulto.

 

Esami strumentali:

Numerosi sono gli esami strumentali possono svolgersi a domicilio. Gli apparecchi vengono consegnati alle ore 12,00 e devono essere restituiti la mattina successiva entro le 9,30 alla notte di registrazione.

Gli esami eseguiti a domicilio sono i seguenti:

  • Monitoraggio cardio-respiratorio notturno: esame indicato per la diagnosi dei disturbi respiratori nel sonno. L’apparecchio è costituito di fasce e sensori (rilevatori di respiro e dell’attività cardiaca) che si applicano a livello di torace, addome, naso, bocca e dito indice. Per l’esame non è richiesta una preparazione particolare. Si consiglia di indossare una maglia intima e di rimuovere l’eventuale presenza di smalto gel sul dito indice.
  • Ossimetria notturna: registrazione dei livelli notturni di Saturazione di Ossigeno e frequenza cardiaca. L’apparecchio è costituito da un unico sensore che si applica a livello del dito indice.Per l’esame si consiglia di rimuovere l’eventuale presenza di smalto gel sul dito indice.
  • Polisonnogramma dinamico ambulatoriale: per lo studio dei disturbi respiratori e non respiratori nel sonno, e di tutti i fenomeni fasici e tonici del sonno. Al montaggio cardio-respiratorio si aggiungono un montaggio EEG ed eventuali altri sensori a seconda del tipo di disturbo da studiare.
  • Polisonnogramma cbn registrazione video correlata ambulatoriale ma residenziale: per lo studio dei disturbi respiratori e non respiratori nel sonno, e di tutti i fenomeni fasici e tonici del sonno. Al montaggio cardio-respiratorio si aggiungono un montaggio EEG ed eventuali altri sensori a seconda del tipo di disturbo da studiare.( un esempio. MSLT test di latenze multiple del sonno). Per l’esame non è richiesta una preparazione particolare ma si raccomanda l’ astensione da sostante eccitanti o depressive del SNC.


Referto polisonnografico con report dettagliato dell’esame, considerazioni cliniche, indicazioni relative all’eventuale prosecuzione dell’iter diagnostico ed alle differenti opzioni terapeutiche;

Stampati con indicazioni per completamento dell’ iter diagnostico-terapeutico presso il nostro Centro o altre Strutture o Servizi territoriali, diario del sonno, questionari di autovalutazione (OSAS, eccessiva sonnolenza diurna);

Suggerimenti comportamentali per pazienti con OSAS e con  ESD;

Impostazione del corretto iter diagnostico-terapeutico, con utilizzo  di percorsi multidisciplinari  resi possibili grazie alla collaborazione con  le competenze specialistiche di  Strutture Complesse della nostra Azienda Ospedaliera e con i Servizi territoriali ASL:
Contenuto inserito il 10-01-2019, aggiornato al 10-01-2019