Buone Pratiche

AGENAS

 

L’Azienda Ospedaliera di Perugia ogni anno risponde alla “Call for good practice” promossa dall’Osservatorio Buone Pratiche dell’AGENAS (Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali).

L’obiettivo finale dell’Osservatorio consiste nel favorire il trasferimento delle esperienze facilitando l’accesso alle informazioni, sostenendo lo scambio di conoscenze e promuovendo l’interazione tra Regioni, Organizzazioni Sanitarie e Professionisti.

Le buone pratiche riconosciute per l’Azienda Ospedaliera di Perugia sono state per il 2012-2013 le seguenti:

• Ospedale senza dolore

• Approccio globale alla violenza in Pronto Soccorso

• Azioni per garantire la sicurezza in ambito trasfusionale

• Prevenzione e gestione dello stravaso da farmaci antineoplastici e mezzi di contrasto

• L’organizzazione in sala parto ed in sala operatoria per la prevenzione della morte materna e fetale

conseguente ad emorragia da parto.

La descrizione è disponibile nel sito http://buonepratiche.agenas.it/

 

LIBRO BIANCO DELLA FIASO (Federazione Italiana Aziende Sanitarie ed Ospedaliere)

 

Per il secondo anno FIASO si è fatta promotrice della raccolta sistematica e sistematizzata di quelle pratiche aziendali che, nella quotidianità delle Aziende sanitarie e ospedaliere, hanno prodotto, dati alla mano, risultati importanti e validi in diversi ambiti, clinici, organizzativi, economici e di sicurezza per i pazienti.

Per la nostra Azienda ben tre progetti (Formazione ed inserimento del personale neoassunto, Ricerca- Intervento “Umanizzazione delle cure in terapia intensiva”, Ospedale senza dolore) sono stati inseriti e pubblicati nel “Libro Bianco” con un riconoscimento particolare identificato con il bollino blu per il progetto della formazione ed inserimento del neoassunto di cui riportiamo la sinossi scelta da FIASO:

“Il competente e motivato inserimento del personale neoassunto viene assicurato nell’AOU di Perugia attraverso una puntuale e documentata progettazione in grado di coinvolgere nella sua attuazione un alto numero di professionisti e di ottenere ottimi risultati di soddisfazione e di clima organizzativo percepito. Il progetto è isorisorse e trasferibile in qualsiasi contesto anche grazie ai contenuti già disponibili”.

 

  FIASO