Aiutaci a migliorare Ti è stata utile la consultazione di questa pagina?
ico-moltoico-pocoico-nulla
Segnalazioni INVIA UNA SEGNALAZIONE O UN SUGGERIMENTO

L’associazione Sintini : ecco quello che è stato donato al S. Maria della Misericordia nel 2016

Un altro anno va in archivio per l’Associazione Giacomo Sintini che, alla soglia del traguardo dei cinque anni di attività, è diventata in Umbria e nel resto d’Italia un punto di riferimento significativo per il sostegno alla ricerca contro il cancro e per l’assistenza ai pazienti.

“Nel 2016 sono state realizzate numerose iniziative che hanno consolidato i rapporti di collaborazione già esistenti e hanno aperto nuove strade che vorremmo continuare a percorrere con il solo obiettivo di portare il nostro aiuto verso chi ha più bisogno” , spiega il presidente Giacomo Sintini.

Nell’ultimo anno sono stati devoluti oltre 30 mila euro per progetti che hanno riguardato la ricerca medica (15.000 euro), l’assistenza pediatrica (13.400 euro) e la consegna di apparecchiature  mediche (4.400 euro). Le donazioni  hanno riguardato  principalmente l’Ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia  con un software, denominato J-Milk, per la gestione informatizzata della banca del latte del reparto di neonatologia e una fornitura di coperte in pile per i bambini della  stessa struttura. Inoltre, come di consueto, il ricavato del progetto “Regala un sorriso per Natale” è stato interamente destinato all’acquisto dei regali di Natale per i bambini in cura presso l’onco-ematologia pediatrica. Presso questi reparti, grazie alla collaborazione con un team di esperti informatici, è in  corso di realizzazione “Code Hospital” un progetto di alfabetizzazione informatica rivolto ai ragazzi, un percorso formativo che ha riscosso un immediato successo.

Le attenzioni dell’Associazione Giacomo Sintini si sono poi rivolte all’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma e al relativo Day Hospital dell’ematologia, dove sono state installate due nuove poltrone per le terapie, ausili pratici e confortevoli destinati a migliorare l’approccio dei pazienti e dei sanitari alle terapie. In estate la struttura emiliana ha anche ricevuto una donazione per l’acquisto di un particolare tipo di congelatore per la crioconservazione delle cellule staminali.

“Tutto quello che abbiamo realizzato – commenta l’ex pallavolista Sintini – è merito dei nostri affezionati sostenitori, della loro generosità e della stima che ci dimostrano. Oltre a loro devo ringraziare i partener istituzionali che nel corso del 2016 si sono avvicinati alla nostra causa e ne hanno riconosciuto i meriti contribuendo direttamente alla concretizzazione delle nostre attività, in particolare la Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia e la Fondazione Banca Nazionale del Lavoro”.

I primi passi nel 2017 sono già stati fatti e Giacomo   Sintini  è concentrato  su  progetti per il futuro: “Ripartiamo come sempre dal campo da gioco;  saremo infatti  ospiti della Lega Pallavolo di Serie A per le finali di Coppa Italia a fine gennaio, per proseguire sulla strada intrapresa e guardando al futuro con fiducia e voglia di fare”.